martedì 28 luglio 2015

Across the river - oltre il guado recensione

Horror 2013 ITA
★★★½ scritto da Nazcro
Esiste ancora l'horror italiano di qualità?





Trama:sulle alture alpine del Friuli un etologo studia la fauna selvatica e si imbatte in un vecchio paesino che è stato abbandonato durante la seconda guerra mondiale. L'horror italiano ha sempre avuto problemi a livello pruduttivo, e quei film che escono in sala non sono entusiasmanti ( vedi Tulpa), ma di tanto in tanto ci si imbatte in pellicole home video che sono dei piccoli gioiellini di genere. Il regista attraverso uno stile asciutto soprattutto per quanto riguarda i dialoghi, pochi e quelli che ci sono sono in sloveno, ci immerge in una natura incontaminata ed allo stesso tempo terrificante per i segreti che racchiude. La fotografia è fredda e slavata come gli ambienti da rappresentare, la sceneggiatura praticamente è basata su un unico personaggio ed è priva di parole ma ricca di simbolismi e situazioni, infine la colonna sonora è etremamente pertinente. Un film italiano da non perdere per gli appassionati di genere, con qualche investimento in più sul comparto visivo sarebbe stato di altissimo livello.




Guardalo se:

sei appassionato di horror.




Non guardarlo se:

non ti piacciono i film con pochi dialoghi e pochi personaggi.




Il film mi ha fatto capire che:

L'horror italiano ha ancora qualcosa da dire.



2 commenti:

  1. Che splendida notizia mi hai dato: questo film mi incuriosiva tantissimo, ma avevo un po' di timore (noi italiani non siamo esattamente famosi per il nostro cinema di genere di qualità, oggigiorno...).
    Cercherò di guardarlo in settimana! *___*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti piaccino gli horror di ambientazione e minimali, questo fa al caso tuo...c'è anche una video intervista interessante al regista su youtube dove mostra i luoghi e come è stato girato il film...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi