mercoledì 15 luglio 2015

Babadook recensione

HORROR THRILLER 2014 AUSTRALIA
★★★★ scritto da -Nazcro-
Confine tra realtà e fantasia




Sei anni dopo la morte violenta del marito Annie( Essie Davis) è in difficoltà, soprattutto poichè deve badare ad un figlio piccolo difficile da gestire ed amare.

The Babadook è la punta elevata dell'horror psicologico, sia dal punto di vista tecnico che dal punto di vista del coinvolgimento che anche dopo più visioni, crea una risonanza emotiva molto profonda. La Pedofobia e la casa infestata è un tema ricorrente in svariati film di genere, ma la regista (Jennifer Kent) riesce a concettualizzare le paure della protagonista in maniera quasi perfetta anche utilizzando i classici clichè (forse l'unico difettuccio) ed utilizzando una fotografia monocromatica, slavata che accentua il senso di disagio. Già analizzando la prima scena del film capiamo che non ci troviamo di fronte ad un film dozzinale, ma ad una pellicola profondamente interessante e diretta con maestria tecnica e di direzione attoriale con influenze Polanskiane e alcuni rimandi addirittura a Shining ... eh si la regista ha studiato parecchio...

SPOILER

Finale che potrebbe far storcere il naso a molti, ma con i dovuti simbolismi in realtà è una maniera molto elegante di concettualizzare il dilemma della protagonista.


GUARDALO SE:

ami il thriller psicologico;

ami l'horror;

ti piacciono i film diretti bene;


Non guardarlo se:

odi i bambini ansiogeni;

sei psicologicamente suscettibile


Il film mi ha insegnato che:

Il dolore può essere addomesticato e controllato in funzione di una vita migliore


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi