sabato 8 agosto 2015

wet hot american summer film recensione

wet hot american summer recensione

by David Wain
comedy 2001 USA
Cult american summer
scritto da -Nazcro-


Trama: L'ultimo giorno di campo estivo.

I campi estivi o campi scuola, checchè se ne dica, sono divertenti, e rimuginandoci un po su, ognuno di noi può trarne anneddoti di ogni tipo a partire dalle stupidaggini fino a intrecci amorosi stagionali. Il film si focalizza su questo, la stupidità che rasenta il non sense ed il surrealismo di alcune scene ci fanno capire subito come interfacciarci mentre c'è una grossa componente romance ( se così la possiamo chiamare) dedicata ai giovani amanti sbarazzini frequentanti il campo estivo. L'anno della messa in scena è il 1981, ambientazione buona considerando il budget, gli attori sono tanti ed offrono una buona prova, tra quelli che poi sono diventati famosi troviamo Paul Rudd ( protagonista del film marvelliano in uscita Ant-Man), un giovane Bradley Cooper che per finire le riprese ha rinunciato alla sua proclamazione di laurea, Elizabeth Banks etc...
Il film è vuoto ed è costruito solo per far divertire, i personaggi sono tarati ma con una personalità molto particolare che crea comicità e caos nel quale è facile essere trasportati. Si sa che è difficile mantere l'equilibrio quando si usano molti espedienti di comicità surreale, questo è proprio il problema del film che in alcuni tratti esagera senza far ridere. Comunque un prodotto cult in America , inedito in Italia, che ha portato Netflix a produrne una serie prequel con quasi gli stessi attori, stessi sceneggiatori e regista.

Guardalo se:
ti piacciono le commediole estive corali

Non guardarlo se:
non sopporti la comicità surreale fine a se stessa

Voto: 6.5
 Wet Hot American Summer
(2001) on IMDb


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi