martedì 1 settembre 2015

Found film recensione

Found recensione

by Scott Schirmer
Horror 2012 USA
scritto da Nazcro
★★★½



Il film segue un giovane ragazzo in un momento in cui la sua vita viene bruscamente scossa quando scopre che suo fratello maggiore è un serial killer, di quelli veramente fuori di testa…e non vi sto spoilerando niente perché il nostro piccolo protagonista ce lo spiega nei primi minuti di film in una scena alquanto irrealistica.


Marty è un ragazzetto nell’età di transizione , non ha problemi con la famiglia ma ha problemi con l’esterno in particolare a scuola dove alcuni ragazzini si prendono gioco di lui, non fatevi ingannare dalla trama perché Found non è il solito film dell’orrore con il solito plot, questa è una pellicola che non ha paura di andare a fondo nel descrivere la pazzia disturbando più volte lo spettatore. I problemi a cui il coraggioso regista Schirmer ci sottopone non sono affatto banali e ce li presenta nella maniera più brutale possibile, senza freni.

 Vengono toccati finemente  argomenti come il razzismo, mentre il bullismo, i problemi familiari e l’influenza degli audiovisivi violenti sulle giovani menti hanno radici più profonde. Come detto prima una delle tante domande cui lo spettatore dovrà affrontare è , fino a quando si è disponibili ad accettare e sostenere certe dinamiche da film horror? Domanda se vogliamo velatamente metacinematografica in questo caso, domanda che in maniera molto tacita si farà anche il nostro protagonista.


Direi dal mio punto di vista un plot ottimo che porta con se anche messaggi più profondi, portato avanti in maniera crudele e allo stesso tempo coraggiosa. Musiche e colonna sonora da brivido che permettono alla storia di fluire anche nei momenti morti.
La regia alcune volte seppur aderendo alla realtà ed essendo caparbiamente seriosa cede il passo ad alcune scene “poco reali” e non sto parlando di surreale. Manca una sufficiente caratterizzazione dei personaggi a parte il protagonista, avrei voluto sapere qualcosa di più sul serial killer. La gestione è su due livelli paralleli la parte drama del ragazzino e quella horror gore slasher.
A distanza di ore sono ancora amareggiato e disturbato dal finale nel quale non ci viene risparmiato niente.
Inedito ancora in Italia

Pro: regia e effetti ottimi seppur a bassissimo budget, attori, plot.
Contro: caratterizzazione dei personaggi


Voto: 7+

2 commenti:

  1. Molto valido, cupo, sanguinario e veramente poco accomodante. Per me uno dei film horror più riusciti degli ultimi anni. Non si abbandona ad un citazionismo esasperato pur sguazzando senza paura nel cinema horror anni '70 e soprattutto '80. Bella recensione, diretta ed efficace. Un grande saluto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, è un ilm che lascia il segno,.. saluti anche a te...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi