lunedì 7 settembre 2015

Goodnight mommy Ich seh, Ich seh recensione

Goodnight mommy recensione

Goodnight Mommy

di Veronika Franz and Severin Fiala
Horror Thriller Drama 2014 Austria
scritto da Nazcro
★★½

Questo film perfettamente confezionato da Veronika Franz e Severin Fiala ha una doppia anima, quella da festival elegante e sorniona e quella di genere, ricca di tensione ed horror.

La pellicola è un horror d’atmosfera lento, la regia si sofferma sull’ambiente, sulla composizione e sulla pulizia della sceneggiatura fredda, algida. Veniamo subito proiettati attraverso l'incedere di due gemelli in una casa in mezzo alla campagna dove campeggia “la madre”, una donna con il volto coperto. Quanto è visibile dal trailer, tra i più belli dei questa stagione, è confermato con il passare dei minuti. Il film sembra essere stato diviso in due atti, speculari e diversi ma complementari, uno ad alta tensione l’altro horrorifico … e non stonano.

Il comparto visivo del film è estremamente affascinante, preciso, nel suo design modernista della casa locata molto probabilmente nella campagna austriaca. Il plot che sembra essere per nulla superficiale risulta essere un indagine sul comportamento dissociativo visto da più prospettive, da parte della madre e da parte dei due fratellini, le piccole “pesti” Elias e Lukas.

La struttura del film si basa sul segreto ed il non detto che tiene spesso in tensione, la seconda parte seppur riuscita manca del realismo agognato dalla pellicola nella prima. A vedere il film balza alla mente Haneke, ma forse manca quella commistione di secca satira sociale e tensione, questo è più un film che si basa sullo studio psicologico individuale, in questo senso può ricordare Babadook.

Guardalo se: ti piacciono gli horror d’atmosfera, i film quasi in un unico ambiente
Pro: fotografia, regia, qualità, tensione

Contro: qualche sbavatura nella seconda parte
Voto: 7.5


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi