venerdì 27 novembre 2015

American Ultra recensione

American Ultra recensione
American Ultra
    Prima data di uscita21 agosto 2015 (Stati Uniti)
    Durata1h 36m
    GeneriFilm d'azione, Film commedia, Film d'avventura



Dal regista di “Project x” una stoned comedy, chiamata così perché i protagonisti sono perennemente stonati dalle droghe, la quale più che altro sembra essere scritta da uno stoned writer. In fin dei conti la pellicola è una commedia d’azione con dei connotati piuttosto insoliti, ne fa da trampolino di lancio la partecipazione di due attori protagonisti sulla cresta dell’ondaJesse Eisenberg e K. Stewart  . American Ultra si riferisce a tutto quel sottogenere fatto da agenti segreti e sottotrame cospirative come si può capire dall’appellativo Ultra che fa riferimento a progetto MKULTRA , da wikipedia “Il progetto MKULTRA (o MK-ULTRA, conosciuto anche come programma della CIA per il controllo della mente) era il nome in codice dato a un programma illegale e clandestino di esperimenti sugli esseri umani portato avanti dalla CIA (il servizio di intelligence degli Stati Uniti d'America) durante gli anni cinquanta e sessanta del XX secolo, che aveva come scopo quello di influenzare e controllare il comportamento di determinate persone (il cosiddetto controllo mentale).


Jesse Eisenberg e K. Stewart avevano lavorato già insieme in Advetureland, ora si cimentano  in una storia d’amore stralunata dove la loro chimica è uno dei pochi elementi riusciti del film. L’azione del è molto curata, montaggio sfrenato, soluzioni visive interessanti ed alcune scene in particolare come quella verso il finale in un supermercato veramente rimarchevoli all'occhio, quello che non funziona è la sceneggiatura costruita in maniera classica senza dare tratti originali ad un plot che sa di già visto e manca di una qualsivoglia profondità ironica. Tutta la violenza è votata al divertimento grazie anche ad alcuni personaggi di contorno come il tarantiniano Walton Goggins, sdentato e pazzo scatenato. Lo sceneggiatore Max Landis con un po’ più di cura nella scrittura avrebbe potuto equilibrare meglio il film che se da un lato azzecca la qualità visiva e produttiva dall’altro non è sorretto da uno script che è veramente effimero.

Pro: protagonisti in parte, azione e fotografia
Contro: script, storia per niente rimarchevole, villain poco credibile

Voto: 5.5

2 commenti:

  1. Eh, stai guardando tutto quello che voglio guardare io, non vale! :-D
    Questo lo vedrò nel weekend, aspettandomi di fare due risate. Questo genere ibrido mi piaciucchia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io lo aspettavo, ma sono rimasto un po' deluso...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi