lunedì 16 novembre 2015

Mr. Holmes film recensione

Mr. Holmes

Mr. Holmes - Il mistero del caso irrisolto

    Prima data di uscita19 giugno 2015 (Regno Unito)
    Durata1h 45m

Ian McKellen (Sherlock Holmes)
Ian McKellen
Sherlock Holmes
★★★
Ormai la figura dell’investigatore inglese per eccellenza è stata utilizzata quasi in tutti i modi possibili, nella maniera classica, nella maniera ancora classica ma con un Holmes estremamente action e dinamico ( la versione di Guy Ritchie ) ed infine in maniera moderna attraverso la famosa serie britannica Sherlock. Uno dei pregi di questa pellicola è quello di aver trovato il modo di poter sfruttare ancora una volta la figura iconica del detective “english” per eccellenza.

Il film liberamente adattato dal romanzo "A Slight Trick of the Mind” di Mitch Cullin, pubblicato anche in italia, questa volta ci porta sugli schermi un S. Holmes acciaccato dall’età, claudicante, che alla veneranda età di 93 anni cercherà di risolvere il suo ultimo caso. L’investigatore ormai in pensione in una casa attorniata dal verde a pochi passi dal mare cercherà di combattere la senilità e troverà conforto in un piccolo ragazzino, figlio della governante, desideroso di imparare.


McKellen in questo film riesce completamente nella sua interpretazione, senza incorrere in eccessi dati i limiti del vegliardo investigatore, ci impietosisce ma allo stesso tempo emana quell’aura degna di un uomo che un tempo era astuto e con un raziocinio affilato  mentre ora è affidato solo a scatti estemporanei della sua vecchia abilità. Il regista gioca sul parallelismo tra la senilità dirompente ed avanzante e la risoluzione di un caso ormai vecchio di tanti anni ma  rimasto nel cuore del protagonista desideroso di portarlo a soluzione prima della fine dei suoi giorni. Se l’impianto attoriale, oltre al già citato McKellen, funziona molto bene, ciò che non gira a dovere è la parte drammatica della storia che cerca sempre di colpire lo spettatore ma sempre con qualcosa di troppo collaudato, come ad esempio il rapporto che si instaura con il figlioletto della governante. Il caso da risolvere è solo un simbolo, quindi piuttosto debole a mio avviso, la situazione non migliora se parliamo di narrazione o di regia, troppo didascalica e senza picchi.  Comunque un interessante prospettiva del detective più famoso d’Inghilterra, film di intrattenimento che assurge al suo compito ma che certo non verrà ricordato per la peculiarità della storia in se.

Pro: McKellen, ambientazione
Contro: la parte drammatica, i rapporti tra i personaggi troppo prevedibili e in alcuni casi mielosi

Voto: 6.5

6 commenti:

  1. Mi ispira parecchio, anche perché adoro il buon Ian, è uno dei miei attori preferiti! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qui ne è il punto focale è fa un ottima interpretazione, però purtroppo l'impianto del film non osa

      Elimina
  2. Non amo il genere, ma amo - chi, in questo mondo, oserebbe fare il contrario - McEllen.
    Recupererò per forza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo tipo di film non piacciono nemmeno a me, ma ero curioso di vedere l'investigatore ultranovantenne..

      Elimina
  3. Questo film mi incuriosisce, non si é mai visto un Sherlock Holmes anziano!! Anch'io ho un blog di cinema➡ gattaracinefila.blogspot.it se vuoi passa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao benventuta, non conoscevo il tuo blog lo inserisco nei miei feed..

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi