domenica 13 dicembre 2015

Operazione U.N.C.L.E., A testa alta, Mon roi, Sinister 2, recensione film

Operazione U.N.C.L.E., A testa alta, Mon roi, Sinister 2, recensione film
Operazione U.N.C.L.E.
    Prima data di uscita13 agosto 2015 (Slovacchia)
    Durata1h 56m
    GeneriFilm d'azione, Film commedia, Film d'avventura

    Henry Cavill (Napoleon Solo)
    Henry Cavill
    Napoleon Solo

    Armie Hammer (Illya Kuryakin)
    Armie Hammer
    Illya Kuryakin
    Alicia Vikander (Gabrielle Teller)
    Alicia Vikander
    Gabrielle Teller
    Elizabeth Debicki (Victoria Vinciguerra)
    Elizabeth Debicki
    Victoria Vinciguerra
    Hugh Grant (Alexander Waverly)
    Hugh Grant
    Alexander Waverly
Dal regista che aveva avuto il tocco acuto di The snatch e Lock & Stock e la costruzione fresca e calibrata di Sherlock Holmes forse speravo in qualcosa in più. Questa pellicola ambientata nell’Europa postbellica fatta di sistemi intricati di spionaggio ed ex nazisti ancora speranzosi di rivalsa tiene botta grazie all’apparato visivo d’atmosfera e curatissimo, attento al design dell’oggettistica e alla cura dei dettagli estetici dei personaggi. Tuttavia il plot che di per sé è e dovrebbe essere la parte interessante di uno spy movie che si rispetti è troppo debole, anche i twist sono quasi telefonati e poco galvanizzanti. C’è un ribaltamento degli stereotipi di genere per quanto riguarda i protagonisti, dove l’ormai lanciatissima Vikander è una maschiaccia mentre i due maschietti sono più dediti al gusto modaiolo che agli atteggiamenti da macho, alla 007 per intenderci. Se questo comunque porta una certa freschezza ai dialoghi comunque la trama è veramente banale e l’attenzione dello spettatore è scossa solo dalle bellissime scene action fatte di inseguimenti e sparatorie. Un po’ noioso questa volta.

Pro: l’action è perfetto, design e ricostruzione di scena
Contro: attori inespressi a causa una sceneggiatura un po’ sciatta.
Voto:5.5

A testa alta
Film di apertura a Cannes 2015, volutamente un omaggio a “ i 400 colpi” del maestro francese della nouvelle vague Truffaut Qui si parla di un ragazzo ai margini della società che è costretto a fare i conti con i propri demoni distruttivi ed autodistruttivi. La regista E. Bercot segue il modo di fare di un certo tipo di cinema francese indirizzato verso il realismo, in questo senso se la cava bene tecnicamente, buon montaggio e buona gestione della storia anche visivamente tra piccoli piani sequenza e scene più movimentate. Il plot ha un discreto ritmo e non annoia ma nemmeno sorprende con scene madri particolarmente toccanti. Tuttavia all’interno del film aleggia un buonismo travestito da impegno sociale e la storia prende direzioni troppo note al grande pubblico. Comunque un prodotto degno e decoroso.

Pro: il ragazzo protagonista è un gran talento Rod Paradot, l’impegno sociale
Contro: troppo buonismo in alcuni casi, plot già visto
Voto: 6.5

Mon roi
Selezionato a Cannes 2015 questo film ancora una volta parla di temi ormai noti al grande pubblico, ovvero l’amore per la persona sbagliata e la difficoltà dei rapporti. Seppur considerando le argomentazioni di questa pellicola particolarmente ritrite ciò che non funziona è la messa in scena di alcune situazioni che se da un lato sono state costruite per dare un tocco di originalità al film dall’altro risultano esagerate e fuori contesto, ad esempio la coppia protagonista è formata da ultra quarantenni che si comportano come ventenni. Gli attori bisogna dire che nel contesto ci sguazzano e sono molto bravi, forse come già detto in alcuni casi gestiti in maniera troppo eccentrica o sopra le righe. Dal punto di vista tecnico il film e ben girato e si avverte solo un calo di ritmo verso la fine dove il tutto si fa un po’ troppo ripetitivo e convenzionale.

Pro: attori
Contro: gestione della storia, plot ritrito
Voto: 5.5

Sinister 2
    Prima data di uscita21 agosto 2015 (Stati Uniti)
    Durata1h 37m
    Shannyn Sossamon (Courtney Collins)
    Shannyn Sossamon
    Courtney Collins
    James Ransone (Vice sceriffo)
    James Ransone
    Vice sceriffo
    Nicholas King (Bughuul)
    Nicholas King
    Bughuul
    Robert Daniel Sloan (Dylan Collins)
    Robert Daniel Sloan
    Dylan Collins
    Ethan Hawke (Ellison Oswalt)
    Ethan Hawke
    Ellison Oswalt
Sinister è film horror di impostazione classica con degli inserti narrativi interessanti, girato bene e con dei buoni attori. Questo sequel invece tenta di riallacciarsi al primo, e lo fa in maniera decorosa ma non incredibile per 3/4 di film fino a crollare nella parte finale dove tutto quello che accade non ha senso nemmeno all’interno dell’universo del film stesso. Come già detto sopra il villain principale è lo stesso le dinamiche horror sono simili al predecessore ma la messa in scena è inferiore ed il finale è ultra superficiale, questo non significa che la qualità produttiva sia inferiore ad altri film dello stesso genere ma la mancanza di cura per il plot ed i personaggi sembra quasi ad un certo punto prenda in giro lo spettatore. La storia non fa presa è fa acqua da tutte le parti, e questa volta non abbiamo prove attoriali che appianano questa mancanza perché i suddetti si comportano sufficientemente senza eccedere. Film da evitare come la peste a causa di uno dei finali più brutti e mal posti che ho visto quest’anno. Sembra che i produttori abbiano detto in un intervista che l’universo di Sinister è lo stesso di quello di Insidious e molto probabilmente ci faranno un film in cui le due saghe si incontreranno, speriamo di no se l’andazzo è questo…

Pro: all’inizio l’impostazione misteriosa prende l’attenzione dello spettatore ma… tutto qui, produzione
Contro: Tutti i classici errori di un horror mediocre: personaggi streotipati, uso di trucchi horror vecchi come il cucco come jump scare, sceneggiatura mediocre, attori senza picchi, nessun piglio registico, finale dove non torna davvero niente.

Voto:3.5

4 commenti:

  1. Mon Roi mi ispira molto.
    Sinister 2 è di una bruttezza esasperante, mamma mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per mon roi sono andato al cinema speranzoso, ma non mi ha colpito la messa in scena sopra le righe..

      Elimina
  2. Sinister 2 pessimo, attenzione sulla scheda di A testa alta, compaiono gli attori del film americano di una decina d'anni fa. ;)

    Mon roi, nonostante la tua semistroncatura, mi ispira.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :-), corretto. Mon Roi non è una stroncaura... ma non mi sono appassionato in sala... gli attori si comportano bene comunque...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi