sabato 26 dicembre 2015

Preservation recensione film

Preservation recensione film
Preservation

Director:

 
★★
La classica storia da campeggio propinataci già da molti filmettini horror sia belli che brutti. In questa pellicola un gruppo di fighetti da città formato da una tranquilla coppia costituita da una donna pseudointellettuale ed un uomo d’affari smartphone-dipendente che ha come terzo incomodo il fratello di lui, un ex militare squilibrato mentalmente, va in vacanza avventurandosi in una zona isolata dove ovviamente verranno braccati da …

Lo scenario trito, come già ribadito, è stato teatro di situazioni già descritte da numerosi film sia di tipo animal horror sia di survival horror in generale di cui possiamo ricordare Eden Lake, un gran bel film dove ottimi attori, sceneggiatura e voglia di sorprendere avevano rinfrescato il genere. Quanto detto non avviene in questa pellicola americana indipendente che sa di stantio, una  buona tecnica di ripresa ed un montaggio interessante non basta questa volta per portare a casa un film decoroso considerando il genere.
Gli attori provenienti da serie tv abbastanza famose recitano in maniera piuttosto scolastica non sorretti da uno script stereotipato è privo di brillantezza e che non è sgrezzato da quella patina di superficialità che affligge di solito questa tipologia di prodotti. 

C’è una prima parte dove viene descritta una crescita della tensione attraverso le connessioni tra i personaggi, anche qui prevedibili e che puzzano di vecchio, dopo di che il film si movimenta nel momento in cui si scopre la parte antagonista che da slasher passa ad un modesto revenge movie senza basi di caratterizzazione così da sembrare quasi appiccicata con l’attack.
Nonostante il montaggio ed una parte tecnica che sa il fatto suo e la regia che in alcuni punti cerca di sfruttare l’ambiente naturale in modo consono comunque le situazioni e i dialoghi affossano veramente la credibilità e la seriosità del film che sembra scritto in maniera veramente dozzinale.

Pro: montaggio interessante e tecnica decorosa
Contro: script, caratterizzazione personaggi, inutilità della storia nel panorama di riferimento
Voto: 4.5

Target: survival e revenge horror


2 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi