giovedì 24 dicembre 2015

Star wars Il risveglio della forza recensione No Spoiler

Star wars VII Il risveglio della forza recensione No spoiler
Star Wars: Episodio VII Il risveglio della forza
    Data di uscita16 dicembre 2015 (Italia)
    Durata2h 16m

★★★½

Il più grande franchise della storia del cinema torna con grande energia e ritmo attraverso una regia che provoca scossoni sia agli appassionati sia a quelli che fino a quel momento erano estranei all’epica dei jedi. Ci avevano già provato a dare un nuovo impulso alla saga con la nuova trilogia prequel che risultò quasi uno smacco verso gli appassionati, adesso dopo anni si ritorna in carreggiata con la produzione Disney la quale ha attuato un sistema pubblicitario colossale per rendere questa pellicola la più attesa dell’anno.  Il regista  JJ Abrams se la cava bene a gestire questo leviatano cinematografico, fan dichiarato della vecchia saga rispolvera forse fin troppo le dinamiche classiche della prima trilogia, tirandone fuori quasi un reboot. Questa volta i visual e l’effettistica sono da urlo e non sono invasive, non ci sono sbavature, è tutto equilibrato tra green screen e grandi paesaggi che impressionano l’occhio, le strutture e i marchingegni rientrano in quel che si dice “ futuro usato” un concetto che era stato applicato anche nell’episodio IV,V,VI. Viene rispettata la tradizione per quanto riguarda il comparto attoriale, i protagonisti sono giovani attori fino ad ora poco famosi che certamente esploderanno grazie a questo e ai prossimi film, per inciso bisogna dire che a livello interpretativo Daisy Ridley e J. Boyega sono addirittura migliori di quelli che alla partenza erano della vecchia saga.

Lo script, come già detto rimane su solchi già tracciati, da una parte reinterpretando ciò che si era visto nell’episodio IV dall’altro strizzando l’occhio ai fan, però senza dar fastidio. In sostanza abbiamo sempre la dicotomia bene male rappresentata questa volta da un cattivo sensibilmente sfaccettato verso la morbidezza piuttosto che verso la durezza considerando il vecchio antieroe D. Veder, di fresco abbiamo una ragazza protagonista agile e grintosa ed un soldato che si sentiva fuori posto tra le schiere dell’esercito, in più abbiamo un regalo  per i fan costituito dai vecchi eroi H. Ford e C. Fisher, dove il primo sembra un po’ appesantito dalla vecchiaia. La vena comica dello show è gestita come sempre attraverso gli androidi e/o il mitico Chewbecca, nonostante la pellicola è tesa ad abbracciare un pubblico amplissimo che va dai 5 ai 100 anni non ci troviamo di fronte ad una costruzione bambinesca ma formata anche da situazioni thriller action e con qualche plot twist ormai classico del genere. Due ore e passa che scorrono via sia per l’appassionato sia per il cinefilo occasionale.

Pro: regia calcolata e riconoscibile, buoni attori, scenografie, CGI perfetta
Contro: storia già vista… si poteva avere più coraggio, qualche passaggio un po’ troppo facilone un contro che si trova in tutti gli episodi della saga
Voto:7-

Target: amanti delle grandi saghe, del cinema del grande pubblico e del fantasy fantascienza ( Space opera )


2 commenti:

  1. Non sono un fan, quindi il film più chiacchierato dell'anno lo salto. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche se non sei fan, nemmeno io lo sono, comunque è interessante da guardare se segui il cinema americano e le due orette passano...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi