domenica 28 febbraio 2016

Room recensione film

Room recensione film
Room
    Prima data di uscita4 febbraio 2016 (Brasile)
    Durata1h 58m


★★★★

Thriller e dramma psicologico si intrecciano in questo splendido film dove gli attori Brie Larson e il piccolo Jacob Trembley attraverso un intesa perfetta riescono a connettersi direttamente con lo spettatore rendendolo partecipe di emozioni forti, strazianti ma allo stesso tempo anche dolci. Il film nonostante si basi su una certa suspanse conserva un notevole impatto emotivo primario grazie al regista L. Abrahamson abile nel cambio di registro, dal thriller, al survival al dramma profondamente sfaccettato.

 La sceneggiatura adattata dal romanzo di Emma Donoghue ( qui anche sceneggiatrice) è divisa come detto in più comparti permettendo una gestione ampia delle potenzialità della storia. Difficile parlare della trama senza fare spoiler, il film andrebbe visto a scatola chiusa persino il trailer rivela troppo a mio parere ma come si intuisce dal titolo “ Room” i personaggi chiave, ovvero una madre ( Larson ) e il suo bambino ( Trembley ) ci vengono presentati come prigionieri relegati in questa stanzetta, quasi un monolocale comprensivo di tutto il necessario per vivere compresa la tv, unica connessione tra il bambino ed il mondo. Il regista e il suo direttore della fotografia eseguono un lavoro di sottrazione per quando riguarda l’ambiente, la stanza ci viene presentata in maniera graduale, lo squallore è centellinato ma descritto con colori tenui, tanti primi piani che vanno a risaltare le doti attoriali dei protagonisti e allo stesso tempo disorientano lo spettatore dal punto di vista spaziale, ogni elemento, il tavolo, il lavandino, il wc, non sono solo oggetti funzionali ma per il bambino sono “amici” mettendo subito in chiaro il punto di vista scelto dalla narrazione, ovvero guardiamo tutti con gli occhi di Jack, scelta stilistica fortunata che avrà il suo perché con lo scorrere dei minuti nei quali ci saranno rivelate le risposte alle domande: che ci fanno chiusi in quel monolocale? Da quanto tempo sono li? Chi è stato?

Chiaramente dopo una prima parte quasi strutturante del film, dove lo spettatore ha il tempo di empatizzare in maniera formidabile con il duo attoriale avviene un cambio di registro coraggioso, difficile e ben riuscito grimaldello per sviluppare altri temi di tipo psicologico tenendo comunque la tensione emotiva seminata precedentemente ed aggiungendo a tutto ciò una rete drammatica tesa a temi come il senso di autosufficienza, il rapporto madre-figlio, la comprensione di quello che stiamo perdendo o di quello che abbiamo perso ed altre tematiche che evito causa spoiler …
La forza emotiva in questo film è del tutto riuscita grazie alla Larson e Trembley, l’attrice molto brava anche in short term 12 qui riesce a dare al suo personaggio un misto di dolcezza e instabilità, clinico anche il regista che dopo il bellissimo Frank ( lo consiglio vivamente) e riuscito a dare anche a questo film un impronta drammatica senza scadere nei piagnistei gratuiti costruiti per la notte degli Oscar, questo è un film bellissimo che non va incontro allo spettatore, è lo stesso spettatore che ne viene completamente rapito.

Pro: storia, profondità, riuscito impatto emotivo, eccellenti attori protagonisti
Contro: qualche ellisse temporale si poteva gestire meglio
Voto:8.5

Target: thriller , dramma psicologico

5 commenti:

  1. Film meraviglioso, libro più bello ancora.
    Tiferò spudoratamente (e invano) per lui.

    RispondiElimina
  2. Davvero bellissimo e toccante, finora il mio film del 2016 :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. inaspettato, contentissimo per l'attrice che ha vinto L'Oscar

      Elimina
  3. Buongiorno,
    Sono prestiti riconosciuto in quasi tutti i continenti e ha un capitale 25 720,000 € che sarà di me prestito privato a breve e a lungo termine che vanno da €1.000 all'infinito a qualsiasi persona seria in grado di fare un uso corretto e buona restituzione di fondi. interesse del 2% a seconda dell'anno di importo pronto perché essendo specifico non violano la legge sull'usura. Si può pagare più di 5 a 25 anni o più nel massimo a seconda della quantità di pronta. Per ulteriori informazioni potete contattarmi via E-mail: avv.perlletier@gmail.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi