mercoledì 30 marzo 2016

Minestrone micro recensione film home video: Francesca, I disertori - A field in England, Deadpool, The ABCs of death,Julia

Minestrone micro recensione: Francesca, I disertori - A field in England, Deadpool, The ABCs of death,Julia

Francesca 2015 ( Horror )


★★

Film realizzato con due lire da due fratelli argentini amanti del giallo italiano anni 60-70. Realizzazione tecnica impeccabile dal punto di vista evocativo, fotografia saturata al punto giusto e ricca di composizioni ansiogene e citazionistiche, oggetti e scenografia ricostruita perfettamente, storia un po’ banalotta ma quello che abbassa di molto la qualità è il comparto attoriale e la scelta di girarlo in italiano con accento argentino. Musiche eccellenti, consigliato solo a chi è completamente preso da questo genere specifico.



I disertori - A Field in England ( 2013 )
★★★★

Nel 1648 in Inghilterra alcuni uomini disertano la battaglia. Nei primi secondi del film è visibile l'avviso " Il film contiene flashing frames e immagini stroboscopiche", e questo ci dice tutto. Film molto ostico da parte del talentuoso regista inglese ( Ben Wheatley ), quasi anticommerciale nella sua sperimentazione. Il tutto girato in un bianco e nero lucido e ricco di dettagli, ambientazione spartana con pochi oggetti di scena e pochissimi personaggi vaganti per i campi inglesi. Elementi centrali del film sono la magia di derivazione Jodorowskiana, la violenza, non mancano scene gore, e l'allucinazione, pretesto di una sperimentazione visiva alquanto appagante verso il finale. Unica pecca, un plot un po deboluccio ma che viene messa da parte attraverso una magistrale interpretazione attoriale e un gusto dell'immagine inaudito. Per cinefili incalliti.

The ABCs of Death

Writers:

  (based on a nightmare by),  | 16 more credits »


★★
26 lettere dell’alfabeto, 26 registi diversi muniti di 5000 dollari che in sei mesi sei settimane e sei giorni si sono cimentati in questo progetto un po’ folle un po’ interessante. Chiaramente emettere un giudizio complessivo sulla pellicola che già di definizione è altalenante sembra abbastanza difficile, comunque da tutta la marmaglia di corti emerge sicuramente la creatività registica degli interpreti ma anche una profonda sciatteria di realizzazione. La maggior parte dei corti sono abbastanza brutti e inconsistenti, alcuni girati anche malissimo, altri hanno belle idee ma senza verve, un paio sono molto buoni soprattutto uno è disturbante quanto sorprendente, quello del tailandese Timo Tjahjanto chiamato L come Libido. Comunque in questo progetto ci hanno messo le mani nomi anche famosi come Vigalondo ( Los Cronocrimes ), Tie West, Spasojevic ( A Serbian Film ), Xavier Gens ( Frontiers ), senza colpire nel segno.

Deadpool
Titolo originale: Deadpool
Nazione: U.S.A.
Anno: 2016
Genere: Azione, Fantascienza
Durata: 108'
Regia: Tim Miller
Sito ufficiale: www.deadpool.com
Social network: facebook

Cast: Ryan Reynolds, Morena Baccarin, Gina Carano, T.J. Miller, Ed Skrein, Stefan Kapicic, Rachel Sheen, Brianna Hildebrand, Stan Lee, Taylor Hickson, Jed Rees, Leslie Uggams
Produzione: Marvel Enterprises, Marvel Studios, Twentieth Century Fox Film Corporation
Distribuzione: 20th Century Fox Italia
Data di uscita: 18 Febbraio 2016 (cinema)
★★★½

Basteranno o non basteranno alla Marvel linguaggio scurrile ed un politicamente scorretto ostentato per creare finalmente qualcosa di originale che esuli dal classico polpettone supereroistico ? La risposta è no, niente di originale nella storia e nella gestione narrativa generale, ma i piccoli tocchi di umorismo becero e non per famigliole in questo caso, almeno per un profano del genere come me, hanno il loro effetto e rendono scorrevole e divertente un film che tutto sommato non dovrebbe puntare a nulla ma solo all’intrattenimento. Reynolds è credibile e divertente, il modo con cui si rivolge al pubblico sfondando la quarta parete ed inserendo tutto in un contesto meta cinematografico fumettistico funziona, e non c’è niente di male ad ostentarlo. Nei momenti clou classici del genere gli eventi schizzano impazziti ma non a livello generale e solo a livello puntuale mantenendo comunque alla fine della fiera la solidità classica, in questo caso negativa, di una pellicola Marvel.

Julia (2014) Thriller

★★½
Il grosso problema di questo thriller rape and revenge è il ritmo, completamente sballato, rallenty e montaggio lungo quando non serve spezzano troppo il concatenarsi degli eventi già di per sé abbastanza telefonati. Una ragazza viene violentata da un gruppo di ragazzi ricchi e fighetti, imbattutasi in una nuova amica avrà poi modo di rifarsi. Il gore non manca e situazioni abbastanza tese fanno da cornice ad una buona protagonista, ma la gestione troppo estetizzante sfugge di mano più volte al regista abbassando l’interesse del fruitore già assopito da lente scene e da un doppiaggio cagnesco. Girato bene ma con un idea di cinema ancora acerba.

12 commenti:

  1. Ho visto un po' di Francesca e l'idea era buona. Peccato per il resto.
    Però che bella la copertina. Degli altri ho visto solo Deadpool, che non mi è piaciuto: i falsi simpatici li odio. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è uno dei pochi cinefumetti che mi ha divertito, certo ha gli stessi problemi dei marvel precedenti ma alla fine mi ha intrattenuto

      Elimina
  2. Sarò sincera al cento per cento: "A Field in England" (visto anni fa) non l'ho capito e non l'ho apprezzato...
    Non ho il palato "fine", però, cinematograficamente parlando: non è un film adatto a tutti, e temo proprio di far parte degli esclusi, in questo caso! ;D
    "Deadpool" l'ho perso al cinema, ma non vedo l'ora di recuperarlo in bluray, perché mi ispira da matti... <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a field in england, è un film sotto acido, è veramente paarticolare, si, non è per tutti ma se ami Jodorowsky è apprezzabile, con Deadpool mi sono divertito pure io che odio i cinefumetti..

      Elimina


  3. "The ABCs of Death" a me ha divertito molto, ma amo molto questo tipo di formato.
    "Deadpool" è vero, ha una storia basilare, ma ci voleva una storia così per presentare quel matto di protagonista secondo me ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in ABCs ho trovato cmq alcune storie interessanti, ma era inevitabile secondo me avere dei corti, considerando il totale, abbastanza superficiali...

      Elimina
  4. Deadpool mi incuriosisce molto!😊 Anch'io ho scritto di cinema sul mio blog, passa se vuoi gattaracinefila.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. A Field in England è una meraviglia, concordo con il tuo voto. Deadpool divertentissimo, ABCs of Death l'ho apprezzato nel complesso un po' più di te, ma raccolte così hanno per forza di cose molti alti e bassi. Gli altri mi mancano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in questi giorni vedrò Abc 2 , dicono sia migliore...

      Elimina
  6. Deadpool l'ho adorato, al momento è il mio film Marvel preferito, se non altro per la naturalezza con cui Reynolds si è annullato nella calzamaglia rossa di Wade.
    Degli altri ho visto solo The ABCs of Death, che mi ha regalato dei gioiellini ma anche parecchio nervoso e un mal di testa da primato. 26 corti horror sparati senza soluzione di continuità sono un po' difficili da sopportare...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi