giovedì 28 luglio 2016

Holidays, Veloce come il vento, Grimsby, Big ass spider! recensione film

Holidays, Veloce come il vento, Grimsby, Big ass spider! recensione film
Holidays

Titolo originale: Holidays
Conosciuto anche come: 
Nazione: U.S.A.
Anno: 2016
Genere: Horror
Durata: 105'
Regia: Kevin Smith, Gary Shore, Matt Johnson, Scott Stewart, Nick McCarthy, Dennis Widmyer, Kevin Kolsch, Sarah Smith, Anthony Scott Burns
Sito ufficiale: 

Cast: Kevin Smith, Lorenza Izzo, Seth Green, Harley Quinn Smith, Clare Grant, Michael Gross, Aleksa Palladino, Ava Acres, Ruth Bradley, Jocelin Donahue, Michael Sun Lee, Harley Morenstein, Andrew Bowen, Shawn Parsons, Scott Stewart
Produzione: Distant Corners Entertainment Group Inc., XYZ Films
Distribuzione: 
Data di uscita: 2016 (cinema)

Negli ultimi tempi le antologie horror vanno piuttosto di moda, questa in particolare ha come tema le principali festività e vacanze che vengono ripercorse attraverso 8 corti.
Il primo s’intitola Valentine’s day, girato dallo stesso regista di Starry Eyes ( film che ho apprezzato tantissimo ), purtroppo una grossa delusione perché la regia si limita a costruire alcune belle inquadrature ma non cura la storia che sembra piuttosto scarna, peccato. Voto 4.5
Il secondo è dedicato alla festa di San Patrizio ( S. Patrick’s day ) storia un po’ fantasy ma si capisce subito dove si voglia andare a parare rimasticando una situazione comunque classica. Dal regista di Dracula Untold. Voto 4
Easter, dedicato al giorno di Pasqua, secondo me è il peggiore, vorrebbe essere antireligioso ma finisce per essere banale e per giunta con degli effetti e fotografia che non ho gradito particolarmente. Voto 3.5
Mother’s day è un racconto senza troppe pretese ma gestito decentemente a livello di tensione, anche se oltre quello non si riesce a trovare niente di rimarchevole a parte qualche buona intuizione di sceneggiatura. Voto: 5
Father’s day, il migliore, ottima gestione della tensione e narrazione interessante anche se il finale sembra un po’ tagliato con l’accetta voto 6.5
Halloween di Kevin Smith doveva essere il corto di punta ma non lo è assolutamente, una sorta di torture porn femminista spaccamaroni fine a se stesso. Voto 4
Christmas, veramente interessante, sembra di vedere un episodio di Black Mirror in fasce. Voto 6.5
New Year Eve’s, forse il più divertente, una coppia che scoppia a capodanno. Con la mitica Lorenza Izzo. voto 6
L’antologia finisce in maniera piuttosto gradevole ma nel complesso l’opera in generale mi è sembrata un piccolo fiasco. Voto 4.5

Veloce come il vento

Titolo originale: Veloce come il vento
Conosciuto anche come: Italian Race
Nazione: Italia
Anno: 2016
Genere: Azione
Durata: 119'
Regia: Matteo Rovere
Sito ufficiale: 
Social network: facebook

Cast: Stefano Accorsi, Matilda De Angelis, Roberta Mattei, Paolo Graziosi, Lorenzo Gioielli, Giulio Pugnaghi
Produzione: Fandango
Distribuzione: 01 Distribution
Data di uscita: 07 Aprile 2016 (cinema)


Una pilota di 17 anni perde il padre in un momento abbastanza complesso, riallaccerà legami con suo fratello che non vedeva da anni. Il cinema di genere italiano sta facendo passi da gigante, la conferma anche con questo film, che seppur non esente da numerosi difetti dimostra di avere una certa solidità. Plot costruito ad hoc per imbastire una storia che oltre all’intrattenimento va a lambire il melenso in maniera piuttosto plateale. A parte questo il film funziona ed intrattiene, le scene di corsa sono ottime e senza l’uso della CGI, Accorsi ha una parte che gli casca a pennello mentre l’altra protagonista sembra ancora troppo ingessata, si vede che è alla sua prima esperienza. La pellicola ha grande ritmo, le situazioni soprattutto nella seconda parte perdono un po’ di credibilità ma la costruzione dei personaggi è fresca e permette allo spettatore di godersi comunque gli avvenimenti. Più che film di genere questa è una storia di rapporti familiari, tutto scritto con una sapienza un po’ naif per venire incontro allo spettatore e renderne più leggera possibile la fruizione.
voto 6.5

Grimsby - Attenti a quell'altro

Titolo originale: The Brothers Grimsby
Nazione: U.S.A.
Anno: 2015
Genere: Commedia
Durata: 83'
Regia: Louis Leterrier
Sito ufficiale: www.sonypictures.com/movies/thebrothersgrimsby
Sito italiano: www.warnerbros.it/speciali/grimsbyilfilm
Social network: facebook

Cast: Isla FisherPenelope Cruz, Annabelle Wallis, Sacha Baron Cohen, Mark Strong, Rebel Wilson, Ian McShane, Scott Adkins, Gabourey Sidibe, David Harewood
Produzione: Four by Two Films, Sony Pictures Entertainment
Distribuzione: Warner Bros. Pictures Italia
Data di uscita: 07 Aprile 2016 (cinema)

Forte dell’ultimo film con S.B. Cohen protagonista ovvero “ Il dittatore” che nonostante i numerosi difetti è stato per me un guilty pleasure, mi sono apprestato a vedere questo Grimsby nonostante nutrissi numerose riserve. Effettivamente il film non raggiunge mai i livelli dei precedenti in cui il comico inglese dava sfoggio della sua demenzialità viscerale senza limitazioni di sorta e con un sottile fil rouge che connetteva i suoi personaggi strampalati all’attualità Qui si tenta di far stesso, è la storia di due fratelli separati giovanissimi, uno cresciuto insieme alla classe operaia l’altro ( M. Strong ) una specie di 007 superequipaggiato. Non sto a dirvi la trama che è facilmente intuibile così come il finale, l’unica cosa che potrebbe far avvicinare lo spettatore alla ricerca di risata facile e scurrile sono le numerose gag che funzionano a tratti e almeno su di me non hanno dato l’effetto sperato, anche se da questo punto di vista il film si lascia guardare. Qualche trovata divertente in un mare di battute mediocri dove le parti action forse sono la caratteristica migliore del film.
P.S. solo per quello che accade a Tramp per me il film prende un punto in più …
voto 5--

Big Ass Spider! (2013)

Director:

 

Writer:

 

Essendomi divertito con quei filmetti tipo “Piranha” , insomma pellicole che appartengono a quel sottogenere dell’horror comedy ridicolo e trash ma se si è fortunati anche gustoso e divertente, mi sono avvicinato a questo titolo anche perché il buon Rotten Tomatoes decretava incredibilmente il 72% di recensioni positive. Sono stato coraggioso ma sfortunato, il film è una vera ciofeca scimmiottante i film della Asylum ma eliminando l’unico elemento positivo della casa di produzione trash americana, in questa pellicola manca il tocco classico di pazzia che hanno da sempre elevato a lungometraggi guardabili saghe come quella di Sharknado e compagnia bella. Qui si parla di ragni giganti che assediano la città, come sempre trama e sceneggiatura ridotta all’osso, CGI deprecabile ma forse migliore rispetto alla media trash, nel complesso il film considerando i pochi mezzi a livello tecnico registico non contiene gravi errori come le pellicole sue simili e forse è proprio questa eccessiva serietà che va in contrasto con tutto il film annoiando dall’inizio alla fine.
voto 2

4 commenti:

  1. Solo l'ultimo sono in procinto di vedere, e non è che mi aspetto tanto però un leggero intrattenimento ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sono avvicinato alla stessa tua maniera e... mi sono stra annoiato...

      Elimina
  2. Veloce come il vento per me è uno dei migliori film italiani dell'anno, mi è piaciuto proprio tanto e Accorsi è straordinario. Grimsby è una cazzatona simpatica, da Holidays mi aspettavo una piccola chicca ma mi ha molto deluso... Ragnone Culone ancora mi manca, ma io le cazzate finisco sempre per guardarle tutte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veloce come il vento lho trovato carino, ma film così all'americana intalianizzati, anche se ben riusciti, secondo me fanno parte di un contesto nel quale ce ne sono a bizzeffe di questo livello

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi