domenica 28 agosto 2016

Come vivo ora, X-Men Apocalisse, Time Lapse, Eddie the Eagle recensione film

Come vivo ora, X-Men Apocalisse, Time Lapse, Eddie the Eagle recensione

Come vivo ora (2013)

Director:

 

Writers:

  (based on the novel by),  (screenplay) | 3 more credits »

Mi sono avvicinato a questo film, che è uscito in Italia in ritardassimo solo per il mercato home video, avendo letto il nome altisonante del regista scozzese Kevin McDonald autore di film interessanti e di tematica variegata come “L’ultimo re di Scozia” e “ The Eagle”, nel cast Saoirse Ronan promettente attrice qui molto giovane. Forse basandomi su questi elementi ho sopravvalutato il film che in totale mi ha deluso. Una ragazza americana va in Scozia per passare del tempo con i suoi cugini in una casa abbastanza isolata nelle bellissime campagne scozzesi, durante il soggiorno scoppierà una guerra non meglio specificata che porterà tutta una serie di eventi drammatici. Se la prima parte è veramente interessante perché la sceneggiatura risulta misteriosa e rivela pian piano gli avvenimenti da un certo punto in poi il film si avvinghia ai toni da romanzetto “romance drama” senza venirne più fuori, o meglio senza originalità o profondità di pathos puntando solamente su elementi melensi anche se alcune immagini e scene sono comunque di impatto visivo. Infatti quello che è riuscito in questo film è il comparto visuale, da paradiso terrestre a camera a mano nella prima parte alla seconda tra riprese più morbide e desaturate seguendo magistralmente la linea narrativa. Scelte di plot, che forse sono comunque attribuibili al romanzo omonimo e gestione dei toni secondo me fanno sprofondare il film nella mediocrità. Ottima e bellissima la Ronan.
voto: 5.5

X-Men: Apocalisse

Titolo originale: X-Men: Apocalypse
Nazione: U.S.A.
Anno: 2016
Genere: Azione, Avventura, Fantascienza
Durata: 142'
Regia: Bryan Singer
Sito ufficiale: www.foxmovies.com/movies/x-men-apocalypse
Social network: facebook

Cast: Jennifer LawrenceMichael Fassbender, Evan Peters, James McAvoy, Oscar Isaac, Olivia Munn, Nicholas Hoult, Brendan Pedder, Rose Byrne
Produzione: Twentieth Century Fox Film Corporation, Donners' Company
Distribuzione: 20th Century Fox
Data di uscita: 18 Maggio 2016 (cinema)


La cosa che salta all’occhio già nei primi minuti del film è l’uso eccessivo di CGI, la fantasia c’è e ovviamente è un cinefumetto ma forse si è troppo esagerato in alcune scene a livello di spettacolarità tamarrizzando il tutto, in alcune parti sembra di vedere il brutto Gods of Egypt. A parte questo e forse l’eccessiva lunghezza, marchio di fabbrica della saga, che questa volta si sente nella seconda parte, il film contiene comunque tutti gli elementi dei precedenti ovvero bisogna salvare il mondo da un antico mutante ritornato dal suo sonno profondo, forse questo oltre ai già citati problemi fa risultare l’opera una delle più deboli della serie. I film sugli X-men mi sono sempre piaciuti perché a differenza di un normale cinefumetto vengono trattati temi più interessanti, lampanti ma studiati e gestiti bene come ad esempio la segregazione razziale o la paura ( terrore della guerra fredda) sullo sfondo della storia americana, scelte piuttosto sbarazzine ma che funzionano sempre a livello dei personaggi perfettamente disegnati che si muovono in una coralità equilibrata, quindi risulta piuttosto difficile valutare il film in sé considerando che le caratterizzazioni e le situazioni derivano da una storia generale. Comunque film guardabile da tutti con molte scene alquanto gustose.
voto: 6

Time Lapse (2014)

Director:

 

Writers:

  (as BP Cooper)

Esce piuttosto in ritardo questo thriller fantascientifico abbastanza interessante privo di attori di primo piano e che sembra fatto a posta per il mercato home video però senza disdegnare quel minimo che serve a coinvolgere positivamente lo spettatore. La pellicola non tratta propriamente di viaggi nel tempo ma piuttosto di una macchina capace di fare foto del futuro e quindi tutte le conseguenze che ne scaturiscono. I protagonisti sono un gruppo di ragazzi che scopriranno la macchina guardacaso proprio puntata sul loro soggiorno e dopo una serie di indecisioni cominceranno a sfruttarla, ovviamente un oggetto del genere ha i suoi pregi ed i suoi difetti e semplicisticamente la storia punta tutto su questo trasformando lo scifi in un thrilller abbastanza spinto anche se la regia molto televisiva ha l’aspetto di un adventure anni 80’. Niente di particolare, gestione senza guizzi e attori sufficienti con storia che funziona, filmetto da gustare se vi piace la fantascienza infarcita da tensione.
voto: 6.5

Eddie the Eagle - Il coraggio della follia

Titolo originale: Eddie the Eagle
Conosciuto anche come: 
Nazione: U.S.A., Regno Unito, Germania
Anno: 2016
Genere: Commedia, Drammatico
Durata: 106'
Regia: Dexter Fletcher
Sito ufficiale: www.foxmovies.com

Cast: Taron Egerton, Hugh JackmanChristopher Walken, Rune Temte, Tim McInnerny, Edvin Endre, Jo Hartley, Lasco Atkins, Marc Benjamin, Daniel Westwood, Daniel Ings, Anastasia Harrold, Mads Sjøgård Pettersen
Produzione: Marv Films, Saville Productions
Distribuzione: 20th Century Fox
Data di uscita: 02 Giugno 2016 (cinema)
Mi sono divertito tanto anche se non apprezzo particolarmente la commedia sportiva dato che ha sempre il rischio di ricadere nelle stesse argomentazioni, infatti è il caso anche di questo film ma riesce comunque ad intrattenere in modo brillante. La storia di per sé ispirata ad eventi reali è molto interessante e si riferisce alle peripezie di Eddie ribattezzato “The Eagle”, sciatore britannico che concorreva per il salto con gli sci durante le olimpiadi invernali di Calgary, curiosità olimpica che francamente ignoravo ma che potrebbe essere da ispirazione per molti. Questa commedia utilizzando gli elementi classici del film sportivo come la crescita individuale e la sfida interiore partendo da outsider riesce a rimescolare il tutto positivamente anche se senza originalità grazie a buonissimi attori. Una regia sempre presente e attenta riesce a donare un ritmo piacevole alla storia che si fa forte dei momenti di tensione derivanti dal salto con gli sci e di quelli da commedia quasi slapstick. Storia che valeva la pena di essere raccontata, dove un uomo dotato di solo grande passione cerca di realizzare il suo sogno partecipando alle olimpiadi. Grande ritmo e grande intrattenimento, film da vedere in questo periodo di Olimpiadi dove ne emergono i soliti classici concetti ma calibrati in maniera simpatica e leggera, poi il salto con gli sci può essere una disciplina forse poco famosa ma esteticamente allettante da vedere.
Voto: 7.5

6 commenti:

  1. Visti solo primo e ultimo.
    Come vivo ora mi era piaciuto parecchio, meno Eddie The Eagle nonostante il protagonista bravissimo. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse mi aspettavo troppo da Come vivo ora, eddie mi ha divertito tantissimo...

      Elimina
  2. Non ne ho ancora visto nessuno, ma... il primo mi interessa solo perché c'è la Ronan (ma "Brooklyn" avrà la precedenza, come è giusto che sia), mentre l'ultimo episodio di X-Men perché c'è la Lawrence (e perché sono una patita di film sui supereroi).
    "Time Lapse" mi sembrava un po' un'accozzaglia di luoghi comuni, ma potrei farci un pensierino! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. brookyn decisamente migliore, ma anche qui almeno la Ronan funziona...

      Elimina
  3. Eddie the Eagle è un film che guarderò presto anche io, così come l'ultimo X Men. Interessante anche Time Lapse, me lo segno!

    RispondiElimina
  4. Apocalypse è il capitolo della nuova saga che mi ha delusa di più, salvo giusto la favolosa sequenza Quicksilveriana e poco più. Terribile lo spreco di un personaggio come Psylocke e Apocalisse poteva davvero dare molto di più...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi