giovedì 9 marzo 2017

oceania recensione film

oceania recensione film
Oceania

Titolo originale: Moana
Nazione: U.S.A.
Anno: 2016
Genere: Animazione
Durata: 103'
Regia: Ron Clements, John Musker
Sito ufficiale:  
Social network: facebook

Cast (voci): Dwayne Johnson, Alan Tudyk, Auli'i Cravalho, Phillipa Soo
Produzione: Walt Disney Animation Studios, Walt Disney Pictures
Distribuzione: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia
Data di uscita: 22 Dicembre 2016 (cinema)


La Disney cerca questa volta di ritornare sul vecchio “modus operandi” sfruttando però le tecnologie moderne realizzando una storia classica che forse fatica troppo a distaccarsi dallo standard. Sorvolando sulle questioni “titolo” che poteva richiamare a certi film di genere, Moana ( internazionale), e Oceania ( in Italia) che identificherebbe l’atmosfera esotica del plot, il prodotto ci mette dinanzi ancora una volta una piccola principessa che però questa volta non andrà alla ricerca dell’amore trasognato ma intraprenderà un lungo viaggio per garantire la salvezza al suo popolo.

 La Disney orami parla di eroine, qui l’altro protagonista maschile anche se un po’ stereotipato farà da paggetto alla giovane Vaiana. Atmosfere ai confini del mondo riuscitissime tra sole, palme e acque cristalline, la CGI davvero di ottima fattura in alcuni scene ci si incanta di fronte ai movimenti sinuosi dei capelli al vento dei protagonisti. Dopo un ottimo inizio tuttavia, come già accennato, la storia pian piano cade nei cliché disneyani, nel momento che dovrebbe essere focale il film si arena sul “pilota automatico”, le battute tra i protagonisti sembrano fatte quasi per allungare il brodo. Per il resto tutto nella norma, canzonette molto simpatiche e situazioni che mi hanno ricordato “Hercules” con una linea comica affidata ad un volatile che poteva essere sfruttata meglio. In fin dei conti un film piacevole fatto da colori vividi e luminosi che acquista vitalità quando i protagonisti cominciano a cantare musiche “catchy”, forse la storia è un po’ usa e getta ma considerando il contesto la pellicola è un buon prodotto “family friendly” che se visto troppo da vicino potrebbe” puzzare” di riciclo.
voto 6.5

3 commenti:

  1. Lo trovato molto noiosetto, anche per colpa del bruttissimo adattamento italiano delle canzoni (già immagino quello della bella e la bestia, che roba).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. visto in italiano, canzoni secondo me alla fine normali nulla di imperdibile però ci potrebbe stare come prodotto per ragazzi

      Elimina
  2. You have a great blog. With the BloggerContest.com you are a candidate to win with your website or blog, promote your web page, win prizes and promotions. With the support of our sponsors via we organize our blog competition for the first time in 2017. You can learn more about participation from our website. You can join, the applications are ongoing.
    Thank you for your interested-in and support!


    Web : http://www.bloggercontest.com
    Mail : contact@bloggercontest.com
    Pbx : +390694802050

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

condividi